Diamanti serie del Capo, le origini del mito

Home / Design&Artigianalità / Diamanti serie del Capo, le origini del mito
Diamanti colori

I diamanti in natura si trovano in tutte le colorazioni possibili, ma la maggior parte delle gemme utilizzate in gioielleria appartiene alla cosiddetta “serie del Capo“, che comprende diamanti da incolori, più rari, a diamanti caratterizzati da saturazione di giallo sempre maggiore.

Le altre saturazioni di colore sono considerate a parte e, spesso, anche con una saturazione leggera, entrano nella serie di gemme chiamate “fancy diamonds“. In questa categoria rientrano diamanti rosa, rossi e blu. Esistono inoltre serie “bride” come i diamanti bruno-rosati o bruno-verdastri, che vengono classificati con gli stessi parametri di quelli appartenenti alla serie del Capo.

 

Perché serie del Capo?

Il termine “Cape” era riferito alla località geografica del Capo di Buona Speranza, che veniva usato per indicare una saturazione gialla del diamante particolarmente evidente. Successivamente, il mercato ha ulteriormente suddiviso in “Wesselton”, “Crystal” e “Cape”. Con il passare del tempo questi nomi persero il loro significato originario e vennero usati solo per indicare una certa tonalità di colore.

Negli anni ’50 il G.I.A. (GemologicalInstitute of America) ripristinò l’utilizzo della scala di colore, che si serve delle lettere dalla D alla Z per classificare i diamanti.

 

Scala del colore, la storia

Il primo tentativo di classificazione del colore dei diamanti si registra quando vennero usati i nomi degli antichi giacimenti, come quello indiano di “Golconda” o come quelli brasiliani di “Diamantina” e “Bahia”. In Francia, negli anni ’30 venne fatto un tentativo di classificazione vera e propria, utilizzata però solo per pochi anni.

Un’altra scala di colore, impropriamente diffusa ancora oggi, fu coniata in Sud Africa durante le scoperte dei primi giacimenti nel 1870: questa scala è conosciuta con il nome di “OldTerms”. In questi anni abbiamo le prime testimonianze dei diamanti della serie del Capo di Buona Speranza. In questa zona, infatti, si svilupparono le prime ricerche dei diamanti e il colore più comune era una sfumatura di colore gialla.

WhatsApp Contattaci