Come scegliere un anello solitario

anello solitario con diamante

In occasione di un fidanzamento, l’anello solitario è il gioiello per eccellenza, in quanto la presenza di un solo diamante indica non solo la solidità del legame, ma anche l’esclusività.

Bisogna inoltre aggiungere che oggi molte donne single decidono di regalarselo da sole, dimenticando i tradizionali cliché, come emblema di amore per sè stesse e per dimostrare di essere del tutto indipendenti.

Ma data l’enorme disponibilità in commercio, come si fa a scegliere il modello più adatto? Scopriamolo subito!

Compro solitario: tutto quello che bisogna sapere

Essendo il solitario un anello con diamante da indossare sul dito anulare della mano sinistra, è bene che sia confortevole e lasci la massima libertà di movimento alla donna che lo andrà a indossare.

Per tale ragione si raccomanda di optare per una gemma e per un modello di monile dalle dimensioni non troppo grandi, così da diventare il fedele amico brillante della vita di tutti i giorni.

Se si parla invece del modello, deve valorizzare al massimo la mano: si rivela dunque una saggia decisione chiedere il parere di un professionista esperto di Diamanti Anversa, un’azienda romana che vanta un’esperienza pluriennale nel settore della gioielleria.

I nostri maestri orafi sapranno elaborare la soluzione perfetta per ogni cliente, poiché ben consapevoli che un gioiello è un bene d’investimento a tutti gli effetti.

Compro anello con diamante certificato

Al fine di aggiudicarsi un prodotto autentico, è bene che il suddetto sia provvisto di certificazione, ossia un documento rilasciato da uno degli istituti gemmologici riconosciuti a livello mondiale, tra cui IGI, HDR e GIA.

All’interno della certificazione, la cui validità corrisponde a cinque/dieci anni, vengono riportate le cosiddette 4C:

1. Carat: significa carato, perché il peso dei diamanti viene appunto espresso in carati.
Un carato corrisponde a 0,20 grammi.
Inutile dire che il prezzo di una pietra preziosa è direttamente proporzionale alla caratura;

2. Colour: fa riferimento al colore del diamante, il quale viene misurato con l’ausilio di un’apposita scala cromatica che va da R (giallo sfumato) a D (incolore).
La suddetta scala si rivolge unicamente alle gemme trasparenti e non a quelle rosse, nere, rosa, blu e verdi;

3. Clarity: la traduzione del termine significa purezza e indica la presenza di più o meno inclusioni all’interno della pietra preziosa, le quali possono essere sia di origine naturale, sia originate in fase di taglio da parte dell’orafo.
Anche per questo parametro si impiega una scala che parte dalla sigla I3 (inclusioni visibili anche a occhi nudo) a IF (Internally Flawless, ossia Internamente Perfetto);

4. Cut: il cut si riferisce al tipo di taglio della pietra, che può essere a cuore, a marquise, a cuscino, a goccia oppure a brillante.

Anello modello Cartier

L’anello solitario modello Cartier si ispira alla celebre e omonima maison francese.

Si tratta di un gioiello dal design tanto classico quanto apprezzato e rivisitato secondo gli attuali dettami della moda.

Il suo aspetto lineare e raffinato lo rende inoltre perfetto per accompagnare un eternity oppure la fede nuziale, magari indossati sovrapposti sullo stesso dito.

Esso è costituito da un gambo con un lieve accompagnamento nei pressi del castone più una rifinitura di elevatissima qualità delle griffe volte a evidenziare e bloccare il brillante.

Grazie a questa peculiarità della struttura, la quale parte da una sezione a forma di tubo e si tramuta in ovoidale, il diamante riesce ad apparire di maggiori dimensioni.

Per quanto riguarda invece il tipo di metallo utilizzato, solitamente si ricorre all’oro bianco diciotto carati, perché più capace di dare risalto alla brillantezza della gemma.

Anello di fidanzamento eternity

L’anello di fidanzamento eternity, conosciuto anche come riviera oppure veretta, è caratterizzato dalla presenza di piccoli brillanti sull’intera superficie esterna, i quali simboleggiano l’amore eterno e infinito.

In questo caso si utilizza di solito l’oro bianco diciotto carati, ma dato l’elevato costo, non è raro che venga ordinato in oro giallo per rappresentare anche la fede nuziale.

WhatsApp Contattaci