Quali sono e come vengono valutate le caratteristiche interne del diamante?

Home / Perché comprare da Diamanti Anversa / Quali sono e come vengono valutate le caratteristiche interne del diamante?
Quali sono e come vengono valutate le caratteristiche interne del diamante?

La prima proposta di classificazione delle caratteristiche interne del diamante risale al 1870, dopo la scoperta dei primi giacimenti di diamanti in Sud Africa. Prima di quella data, tutto ciò che non era descrivibile come “puro alla lente” veniva indicato come “piqué”.

Negli Stati Uniti venne proposta quella che è considerata la prima vera classificazione che comprendeva i termini “veryveryslightlyimperfect”, “veryslightlyimperfect”, “slightlyimperfect” e “imperfect”, che indicavano le imperfezioni del diamante in modo via via decrescente. Subito dopo apparvero le abbreviazioni VVSI, VSI, SI, I. Era il 1920.

Oggi i termini utilizzati in Europa per la classificazioni delle caratteristiche interne  sono: “veryvery small inclusions”, “very small inclusions”, “small inclusions”, “piqué” e le rispettive abbreviazioni  VVS, VS, SI, P. Alla sommità di questa scala si trova il termine “internallyflawless”, ovvero “puro alla lente”. Nel sistema di classificazione europeo vengono considerate solo le caratteristiche interne, mentre l’analisi delle caratteristiche esterne sono  affidate alla perizia del taglio del diamante.

Al contrario, negli Stati Uniti dei giorni nostri, continua a essere usata una terminologia simile a quella del passato e vengono considerati sia i segni interni che esterni del diamante.

 

Quale sono le caratteristiche interne del diamante?

  • Inclusioni puntiforme o scure. Sono inclusioni solide, non classificabili dal punto di vista mineralogico.
  • “Nuvola” di piccole o grandi dimensioni. Si tratta di finissime inclusioni che, spesso, conferiscono alla gemma un aspetto nebuloso.
  • Cristalli incolori o colorati. Quando si ha a che fare con forme e colorazioni particolari.
  • Fratture. Sono visibili in zone superficiali del diamante e si presentano con un andamento irregolare.
  • Frange. Piccole fratture presenti lungo la cintura, formatisi durante la lavorazione del diamante.
  • Lineazioni strutturali. Tracce di sfaldatura visibili nella pietra come linee trasparenti o leggermente colorate.

 

In base a come la luce si riflette sul diamante, alcune di queste caratteristiche o inclusioni possono risultare di colore nero. Fatevi affiancare nella scelta del diamante, che dovete incastonare in un gioiello, da esperti del settore, fissate un appuntamento da Diamanti Anversa.

WhatsApp Contattaci