Investire in diamanti è una pratica che sta prendendo sempre più piede, dieci anni fa era un mercato quasi inesistente, oggi invece è l’esatto contrario e i diamanti fanno la concorrenza ai titoli di Stato.

denaro

L’investitore tipo

In Italia il fenomeno è dilagante ed in questi ultimi anni è cambiato l’investitore tipo: oggi il diamante è a portata di portafoglio di più persone, il mercato si è dimostrato più democratico.

Il target tipo di chi acquista diamanti da investimento ha un’età compresa tra i 40 e i 65 anni, sono soprattutto imprenditori e impiegati, nella maggior parte dei casi in pensione.

Perché si investe in diamanti

I motivi per cui vengono comprati diamanti come forma di investimentosono pochi e immediati:

  • i diamanti non sono soggetti alle fluttuazioni delle Borse
  • non sono tassati né all’acquisto né alla rivendita

La crisi economica e la volatilità delle borse ha accelerato questo boom e sembra che sia in continua crescita. Questa è la nuova era finanziaria che si è andata delineando dopo l’inizio della crisi nel 2008. I dati parlano chiaro, dal 1998 al 2015 il mercato dei diamanti da investimento ha registrato una crescita continua e regolare, battendo nettamente l’inflazione.

I diamanti si confermano beni di investimento di lungo periodo, protetti dalla volatilità dei prezzi. Inoltre, la domanda delle pietre preziose è stata nel primo trimestre del 2016 più forte rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

A facilitare questa forma di investimenti ci sono anche i piccoli tagli proposti, che permettono anche a studenti o pensionati di investire nei diamanti.

Inoltre, i diamanti acquistati per investimento possono essere indossati. È necessario sfatare la credenza che i gioielli da investimento debbano essere solo sigillati in blister, montati e indossati non si rovinano e quindi mantengono le loro proprietà e il loro valore come un’opera d’arte.

Il prezzo dei diamanti

Bisogna tener conto, se si decide di investire in diamanti, che il prezzo del diamante non è fisso, ma variabile. L’unico listino riconosciuto in tutto il mondo e considerato autorevole è il listino RAPAPORT, esce settimanalmente (anche se il prezzo dei diamanti non cambia tutte le settimane) ed è espresso in usd.

Il listino Rapaport offre un valore di riferimento a partire dal quale si applicano degli sconti o delle maggiorazioni a seconda delle caratteristiche di taglio, politura, simmetria, fluorescenza e soprattutto della commerciabilità del diamante.

Come si fa a investire in diamanti

Bisogna muoversi con cautela, perché le trappole possono essere ovunque. Prima di investire in diamanti è necessario affidarsi a dei veri professionisti, dei gemmologi esperti e qualificati che garantiscano sul valore del diamante con i certificati riconosciuti a livello internazionale. Di istituti che rilasciano certificazioni ce ne sono tanti, ma non ci si può fidare di tutti. I più riconosciuti al mondo sono il GIA, l’Istituto gemmologico di New York, l’IGI, l’Istituto Gemmologico Italiano, e l’HRD, Hoge Raad Voor Diamant di Anversa.

Diamanti Anversa vanta un team di gemmologi certificati IGI, GIA e HRD e un’esperienza decennale nella compravendita di diamanti certificatidagli istituti gemmologici riconosciuti in tutto il mondo (GIA, IGI, HRD). Il team guida il cliente nell’acquisto della forma di investimento migliore, garantendo un prezzo che corrisponde all’effettivo valore di mercato e quindi assicurando una reale protezione dell’investimento fatto.